News

Cos’è una Procedura concorsuale?

Pubblicato il 08/07/2019

Cos’è una Procedura concorsuale?

Nello svolgimento della sua attività, l'imprenditore può trovarsi in una particolare condizione di crisi economico-finanziaria che gli impedisce di poter far fronte al pagamento dei debiti, e che viene definita stato di insolvenza.

Alla sua impossibilità di adempiere alle obbligazioni che ha contratto consegue il diritto dei creditori ad essere soddisfatti nei loro crediti.

Le procedure concorsuali sono una serie di procedure giudiziali che mirano a dare una soluzione allo stato di crisi di un'impresa commerciale attraverso la regolamentazione dei rapporti con i creditori.

Tali procedure sono dette concorsuali proprio perché coinvolgono tutti i creditori dell’imprenditore, i quali concorrono sul patrimonio di quest’ultimo.

Le procedure concorsuali attualmente regolate dalla legge italiana sono:

• il fallimento: la procedura concorsuale, disposta dall’autorità giudiziaria, con la quale si realizza la liquidazione del patrimonio del debitore insolvente allo scopo di dividere il ricavato fra tutti i creditori

• il concordato preventivo: consiste in un accordo tra l’imprenditore e i suoi creditori, concluso sotto il controllo e con l’approvazione del Tribunale, attraverso il quale il primo può superare un momento di crisi dell’impresa, evitando nel contempo la dichiarazione di fallimento. In sostanza, tramite il concordato preventivo, il debitore conviene con i creditori le modalità attraverso le quali egli pagherà i propri debiti attraverso la predisposizione di un piano che deve essere approvato dai creditori medesimi

• la liquidazione coatta amministrativa: procedura concorsuale a carattere amministrativo, nel senso che la liquidazione dell’impresa è attuata da organi amministrativi e non da organi giudiziari. Si tratta di una procedura che si applica a una serie di imprese indicate da leggi speciali (istituti di credito, imprese bancarie, imprese assicurative, società cooperative etc.) le quali, anche se in misura e secondo modalità diverse, sono tutte assoggettate ad un’attività di vigilanza da parte della pubblica amministrazione, giustificata dalla particolare importanza collettiva che riveste l’attività da esse svolta

• l'amministrazione straordinaria: è prevista per le imprese di dimensioni particolarmente rilevanti e ha come scopo principale, oltre al soddisfacimento dei creditori, quello di conservare il complesso produttivo al fine di ripristinare il patrimonio e salvaguardare i posti di lavoro.