Articolo 572 (1) - Deliberazione sull'offerta.

Sull'offerta il giudice dell'esecuzione sente le parti e i creditori iscritti non intervenuti.

Se l'offerta è superiore al valore dell'immobile determinato a norma dell'articolo 568, aumentato di un quinto, la stessa è senz'altro accolta.

Se l'offerta è inferiore a tale valore, il giudice non può far luogo alla vendita se vi è il dissenso del creditore procedente, ovvero se il giudice ritiene che vi è seria possibilità di migliore vendita con il sistema dell'incanto. In tali casi lo stesso ha senz'altro luogo alle condizioni e con i termini fissati con l'ordinanza pronunciata ai sensi dell'articolo 569.

Si applicano le disposizioni degli articoli 573, 574 e 577.


(1)Articolo così integralmente sostituito dall'art. 2, comma 3, lett. e) n. 27, D.L. 14 marzo 2005, n. 35 (convertito con modificazioni nella L. 14 maggio 2005, n. 80) come modificato dall'art. 1, comma 3, lett. p), L. 28 dicembre 2005, n. 263. Torna all'elenco articoli

Aree informative

Atti Procedurali

Bollettini Vendite Mobiliari

Procedure.it

Servizi Tribunali e Professionisti

Il periodico
"Aste Giudiziarie"

Informazioni sul servizio

Le Aste Giudiziarie

La Società

Servizi Tecnici

Inlinea.net